PULIZIA E RINNOVO INFISSI RAVVIVA LEGNO RIOVERDE

Pulizia e rinnovo finestre in alluminio rinnovo degli infissi.

Dipende molto dal materiale utilizzato per la realizzazione. La parte interna con i vetri è piuttosto semplice da pulire, infatti basta avere qualche piccolo accorgimento, ad esempio mai pulire i vetri quando sono esposti al sole, meglio quando c'è penombra o addirittura la sera. Tra i materiali più utilizzati per pulire i vetri vi è la carta da giornale che dona particolare luminosità ai vetri. Più impegnativo invece pulire la parte esposta come le persiane. Se queste sono in alluminio il consiglio è di utilizzare dapprima un panno bagnato con un po' d'acqua calda, in questo modo è possibile eliminare polvere, residui di smog, sempre presenti se si vive in città e se gli infissi affacciano proprio sul lato strada e, nel caso in cui si viva in zona di mare, con lo straccio inumidito si tolgono anche i residui di salsedine che possono opacizzare l'alluminio. Lo straccio deve essere passato anche sul telaio e in particolare nella parte interna, qui infatti si accumula lo sporco più ostinato, inoltre è bene porre attenzione ai punti di drenaggio, questi fanno in modo che l'acqua piovana, che soprattutto durante i forti temporali accompagnati da vento riesce a infiltrarsi, defluisca verso l'esterno.
Per una pulizia più profonda si può sciogliere un cucchiaio di sapone di Marsiglia in un litro di acqua calda. A questo punto si immerge un panno in microfibra e si pulisce la struttura degli infissi. In alternativa si possono utilizzare due cucchiai di bicarbonato. Il risultato sarà una struttura in alluminio e persiane come nuove.

IMPREGNANTE EFFETO CERA ALL'ACQUA

Pulizia e rinnovo infissi in legno. Per chi è attratto dal fascino del legno e ha scelto proprio questo tipo di infissi la cura può essere particolarmente complessa soprattutto se il legno è presente all'esterno e quindi esposto alle intemperie. La pulizia degli infissi in legno deve essere costante perché i residui di polvere contengono anche tracce di inquinamento e queste hanno potere corrosivo in quanto acide. Per la pulizia degli infissi in legno devono essere usate spazzole a setole morbide così si elimina la polvere senza graffiare il legno. Non vanno utilizzati prodotti chimici aggressivi come la candeggina, l'ammoniaca o l'alcol. Si può usare il vapore, ma solo da una distanza di almeno 30 cm, in questo modo si evita di deformare il legno. Periodicamente è bene anche riverniciare gli infissi in legno. In questo caso si tratta di un vero e proprio rinnovo perché è possibile anche cambiare completamente l'aspetto degli infissi. Per fare questo è però necessario eliminare ogni traccia di vernice preesistente. Per dare semplicemente un aspetto nuovo e curato basta, almeno una volta l'anno, scartavetrare le zone dove vi sono dei danni, ad esempio piccoli graffi e verniciare nuovamente. Naturalmente devono essere usati prodotti specifici per il legno. Prima di verniciare è necessario eliminare residui di polvere e sporco, inoltre deve essere applicata la carta gommata sulle parti da proteggere dalla vernice, come le parti metalliche (cerniere) e i vetri. In questo modo se anche cade qualche goccia di vernice non c'è problema. Dopo aver fatto questo lavoro preliminare si stende la vernice con un pennello a setole morbide. Si lascia asciugare la vernice e nel caso si procede a un nuovo strato. Questo lavoro andrebbe fatto ogni anno, mentre la verniciatura completa andrebbe eseguita ogni 4 anni, in questo caso gli infissi dovrebbero essere prima smontati, puliti bene dalle vernici già presenti utilizzando prodotti e strumenti specifici. Deve essere quindi eseguito un trattamento antitarlo e solo in seguito si stende nuova vernice. Se gli infissi sono particolarmente usurati o si vogliono aumentare le prestazioni energetiche dell'abitazione è possibile anche procedere al rinnovo. In questo caso si può optare per prodotti ad elevato isolamento termico che quindi consentono di avere un risparmio energetico notevole in estate e in inverno. Si usano vetri basso emissivi con doppia o tripla camera. La camera è un'intercapedine tra le diverse lastre di vetro e solitamente viene riempita di gas argon. Questo permette di evitare lo scambio di temperature tra interno ed esterno. La struttura solitamente viene realizzata in PVC, materiale dal potere isolante elevato, alluminio con taglio termico, quindi arricchito di una guaina che migliora le prestazioni energetiche. Infine per gli amanti del legno sono disponibili infissi con parte interna in legno e parte esterna in alluminio. In tal modo si ha il fascino del legno e la praticità dell'alluminio che resiste molto bene agli agenti atmosferici e all'inquinamento.

Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti anche

Commenti (0)

No comments at this moment

Il tuo Commento